Subiamo o guidiamo la vita?

D: Esiste il libero arbitrio?

R: Da un lato abbiamo la sensazione che la vita non sia vissuta da noi; il fato, il destino, Dio, la fortuna e sfortuna, ecc.
Dall’altro lato ci sentiamo liberi di muoverci, di scegliere, di decidere da piccole a grandi cose. Dov’è la verità? In nessuno dei due casi e quindi in entrambi.
Il risultato è che non distinguiamo più cosa facciamo nella vita e cosa la vita fa a noi, come due ballerini totalmente in sintonia dove svanisce la distinzione tra colui che conduce e colui che segue.
Questa è la vera libertà, cioè quella di muovere e di essere mossi contemporaneamente. Un matrimonio perfetto tra azione e passività.
Non c’è quindi una risposta e non ci sarà mai. Come può esserci una risposta se esiste la testa o la croce? Esiste la moneta, sono vere e false entrambe.
Dunque esiste la vita che muove ed è mossa nello stesso tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *