Niente di personale

La paura mi fa visita come mi fa visita un temporale.
La tristezza mi fa visita come mi fa visita la pioggia.
L’entusiasmo mi fa visita come mi fa visita il sole.

Non è necessario farne una questione personale.
Quando piove mi godo la pioggia.
Quando c’è il sole mi godo il sole.
E quando mi lamento che vorrei il sole o la pioggia, mi godo anche il mio lamentarmi.

Niente è da prendere personalmente, nemmeno il me stesso, perché anche io non sono permanente.
Quinti tanto vale lasciarsi vivere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *