Il Tao spiegato semplicemente

D: Puoi spiegare facilmente il Tao?

R: Quando pensi di aver totalmente ragione, sicuramente c’è anche del torto. Quando pensi che tutte le cose stanno andando male, sicuramente c’è del positivo che non riesci a vedere. Quando pensi che tutto va bene, sicuramente c’è qualcosa che non andrà per come ti immagini. Quando pensi di aver tutto sotto controllo, sicuramente ti sta sfuggendo qualcosa.
Questo è un aspetto del Tao. Niente è solo una cosa e tutto è in continuo mutamento. Decisamente in contrasto con l’ideale occidentale dove l’universo è fatto di cose ferme e dove qualcosa è tutto male contro qualcos’altro che è tutto bene. Lo possiamo vedere nella mentalità comune.
La visione cinese non vede l’universo fatto di pezzi separati dove uno spinge l’altro.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è cute-sleeping-cat-japanese-zen-sumi-e-painting-on-white-rice-pap-awen-fine-art-prints.jpg



Soprattutto un evento non spinge l’altro.. Ogni cosa contiene la totalità. Ma mi fermo perché mi hai chiesto una risposta semplice. Basta vedere come facilmente traiamo conclusioni e diamo sentenze a tutto ciò che ci circonda, noi compresi. Nel Tao non funziona così. Ecco perché se qualcuno domanda all’antichissimo libro dei mutamenti I-Ching se la propria donna lo tradirà, il libro risponderà “dipende”, e questo all’uomo occidentale non piace, perché non vuole assumersi la responsabilità e vuole risposte bianche o nere. Nel Tao non è così e niente in natura è del tutto positivo o del tutto negativo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *