Con o Contro la Vita?

Esistono due modi di costruire una casa su una collina: Il primo è adattare la casa alla collina, il secondo è adattare la collina alla casa… o forse sarebbe meglio dire distruggere.

Esistono anche due modi per far sì che il tuo cane venga da te al richiamo: il primo è costruire una fiducia in modo che lui trovi piacevole seguirti. Il secondo è mettendogli paura perché se non viene da te sarà punito.

Vi sono due modi di vivere in sintesi: uno è andare con la vita, l’altro contro la vita. Il secondo modo sembra dare garanzie di un risultato più immediato bypassando la seccatura di dover essere coscienti, sensibili e costruire una relazione sana. Sfortunatamente però questo metodo ha più contro che pro; ad esempio se temi che il tuo partner ti tradisca puoi manipolarlo psicologicamente o limitarlo fisicamente. Tuttavia questo lo porterà a stufarsi di te, magari fuggirà oppure fingerà che vada tutto bene.
Rimarrà con te ma interiormente sarà da un’altra parte.

Un cane magari non si ribellerà mai, ma non potrai davvero ammettere di avere un cane… forse un giocattolo, un pelouche, un cyborg che risponde ai comandi, ma non certo un essere vivente. E poiché non si tratta di un giocattolo potrebbe distruggerti la casa, morderti, oppure farsi venire una malattia e sperare in una prossima vita un po’ più fortunata. Dunque, il fine giustifica i mezzi?

Oggi sembra che possiamo avere quasi tutto ciò che vogliamo dalla vita a portata di un click o se abbiamo un po’ di soldi in tasca. Ma più facilità c’è nell’avere qualcosa e meno lo si apprezza rimanendo assetati ed infelici. Tornando quindi ai due modi di intendere la vita, se ti senti infelice magari puoi chiederti cosa stai cercando di imporre o di importi. Stai adattando la casa alla collina o la collina alla casa?
Perché la collina era lì prima di te e nel momento in cui fai diventare piatta quella collina per metterci sopra una casa, non è più una collina.

Nel momento in cui sai esattamente come dovrebbe comportarsi il tuo partner, tuo figlio o tua madre con te, allora non è più un individuo ma un automa. E nel momento in cui decidi di non voler vivere certe situazioni e certe emozioni definite negative, renderai noiose, prevedibili e false anche quelle positive.

Non credere quindi alle promesse di una vita più comoda, più sicura, più felice, più facile e più sana… perché la renderesti un inferno con le apparenze di paradiso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *